La selezione dell’auto ideale è fondamentale per trovarsi a proprio agio in una autovettura e di conseguenza guidarla con disinvoltura. Avere una guida prudente senza incappare in incidenti, stare attenti alla componentistica del proprio mezzo ed effettuare manutenzione periodica auto potrebbe poi aiutarci ad allungare la vita della propria auto.

Ma come possiamo sapere quando effettuare i vari interventi di manutenzione senza dover necessariamente andare dal meccanico?

Consigli per effettuare la manutenzione

Anche senza dei veri meccanici possiamo riconoscere determinati suoni del motore o altri segni per capire se dobbiamo necessariamente e effettuare della manutenzione:

  • Freni e pasticche: sicuramente tra le cose principali da tenere d’occhio sono i freni. Sono componentistica da mantenere sempre al meglio per la sicurezza propria e quella degli altri, sicuramente ad intervalli regolari i freni dell’auto vanno controllati senza remora. Diciamo che ad intervalli regolari di circa 15.000 chilometri l’intero impianto frenante va controllato, anche per controllare lo stato di usura di dischi e pastiglie. Se mentre si è alla guida si avverte uno stridio quando si frena è opportuno effettuare un intervento di manutenzione.
  • Pneumatici: un altro intervento da non trascurare assolutamente è quello del controllo dello stato dei pneumatici. Bisogna Controllare mensilmente lo stato delle gomme per evitare problematiche, controllare spesso lo stato di usura dei pneumatici e quando possibile eseguire l’incrocio delle gomme posteriori con quelli anteriori.
  • Filtri: il filtro è di fondamentale importanza per proteggere da eventuali impurità del combustibile. Il cambio dei filtri mediamente va effettuato ogni 30.000 chilometri. Anche il filtro antipolline va sostituito circa ogni 20.000 chilometri in modo da rendere l’aria dell’abitacolo più pulita possibile.
  • Sospensioni: non esiste una norma nel cambio delle sospensioni, ma ogni 100.000 chilometri circa o magari ogni 5 anni vanno sostituite, se si nota magari, quando si effettuano delle curve un rollio esagerato probabilmente l’auto necessita una sostituzione.
  • Impianto Luci: le luci possono sembrare qualcosa che non abbisogni di manutenzione, ma invece la richiedono. Cambiare le luci ogniqualvolta si rompano, oppure quando perdono di intensità è un obbligo anche per le propria sicurezza.
  • Motore e cinghia di trasmissione: durante la corsa, quando si avverte un ticchettio continuo, con molta probabilità la cinghia deve essere sostituita, in caso contrario potrebbe creare dei danni da migliaia di euro al motore, in linea di massima va sostituita ogni 90.000 chilometri.
  • Tagliando, quello base comprende un controllo relativo ai liquido che sono strettamente legati al funzionamento dell’automobile, quali radiatore, lavavetri, freni e cosi via. Invece un tagliando più complesso, oltre a quello descritto in precedenza prevede la sostituzione delle cinghie, delle pastiglie dei freni e altri interventi. In linea generale, il tagliando è uno strumento prezioso per prevenire non solo riparazioni molto costose ma rendere performante e ottimale il funzionamento del mezzo.

Un altro fattore da non dimenticare è la scelta di ricambi originali. Scegliendo ricambi equivalenti si potrebbe incappare in problematiche costose ed a volte molto serie, prediligendo un ricambio magari meno costoso potrebbe ritorcersi contro facendoci spendere più di quanto avremmo speso usando ricambi originali. Non solo i ricambi originali si sposano alla perfezione con il mezzo ma nel corso del tempo lo ammortizzeremo di più economicamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.