0

Buoni motivi per acquistare un’auto elettrica

Negli ultimi anni il traffico ha iniziato a cambiare volto. Non è raro vedere sfrecciare delle innovative auto elettriche, modelli del tutto privi di emissioni di gas serra e dotati di motori all’avanguardia. Il numero di queste auto è in costante aumento, al punto da spingere numerosi enti a varare progetti per l’installazione di colonnine elettriche. Anche i comuni più periferici si stanno dotando di queste postazioni per la ricarica.

Ci sono diversi buoni motivi per acquistare un’auto elettrica. Proseguite nella lettura per conoscerli tutti.

Efficienza e consumi

Le auto elettriche oggi risultano molto convenienti, grazie ai loro efficienti motori elettrici. Gli sprechi energetici sono ridotti al minimo. A parità di chilometri percorsi le auto elettriche costano agli automobilisti molto meno. La percentuale è variabile a seconda dei singoli modelli.

Inoltre l’autonomia degli ultimi modelli ha raggiunto ottimi livelli, permettendo di percorrere fino a 500 km con una sola carica. Prima dell’acquisto suggeriamo di controllare nel dettaglio la scheda tecnica dell’automobile, dove è indicata chiaramente l’autonomia prevista.

Il motore di queste auto è mosso da delle batterie agli ioni di litio, note per la loro longevità. Sono in grado di sopportare centinaia di cicli di ricarica senza perdere la loro efficienza energetica.

Risparmiare con la manutenzione

Tra i vantaggi economici delle auto elettriche troviamo i costi per la manutenzione, che sono mediamente più bassi rispetto a quelli delle macchine a benzina. Il motore elettrico è molto differente, con la presenza di nuovi pezzi e l’assenza di componenti inutili in un motore di questo tipo. Non c’è nessun filtro dell’olio e non ci sono candele, rendendo la manutenzione meno costosa.

Inoltre i motori elettrici sono sottoposti a minore stress, e per questo gli intervalli tra una manutenzione e l’altra sono più lunghi.

ZTL e parcheggi blu

In molti centri cittadini sono state varate delle zone a traffico limitato, note anche come ZTL. Entrare nelle ZTL senza una precisa autorizzazione può costarci una multa salata. In molti comuni le auto elettriche sono autorizzate a circolare in queste aree. Attenzione alle singole normative. Alcuni enti locali richiedono la presenza di uno specifico tagliando da richiedere attraverso gli uffici comunali.

Nella maggior parte dei comuni le auto elettriche sono esenti dal pagamento dei parcheggi blu. Si tratta anche in questo caso di una norma locale, per cui consigliamo di controllare con cura attraverso gli enti di riferimento.

Spese burocratiche

Le auto elettriche ci permettono di risparmiare su diverse spese di tipo burocratico. Un esempio è il bollo auto, la tassa che va versata annualmente per ogni auto. Le vetture elettriche sono esenti per i primi cinque anni dall’immatricolazione. A partire dal sesto anno si paga il bollo, ma con una riduzione del 75%. Alcune regioni stanno già lavorando per rendere questi modelli esenti anche dopo il termine dei primi cinque anni.

In media l’assicurazione RCA risulta più economica per questo genere di veicoli. Il motivo è prettamente statistico. Di solito al volante delle auto elettriche troviamo automobilisti più esperti e con diversi anni di guida alle spalle. Sono caratteristiche che contribuiscono a ridurre la percentuale di incidenti, permettendo alle agenzie di assicurazioni di proporre prezzi più vantaggiosi.

Incentivi

Le istituzioni promuovono l’acquisto di auto con basse emissioni con degli appositi incentivi, chiamati anche ecobonus. Questi bonus sono disponibili per tutte quelle auto che abbiano emissioni di gas serra sotto un certo limite. Per questo possono essere richiesti anche per l’acquisto di auto ibride.

Gli ecobonus hanno valore variabile. Suggeriamo di consultare i bandi di riferimento per saperne di più.