La cura dei propri piedi non è soltanto un vezzo estetico, ma è una buona pratica che permette di migliorare la propria qualità di vita e di risolvere alcuni fastidi comuni. La pedicure è un trattamento multifunzione a carattere lenitivo e rilassante, che può essere eseguito sia da un podologo che da un estetista professionista, ma anche tranquillamente a casa propria con il fai date.

Ovviamente prima di effettuare una pedicure fai da te è necessario capire come eseguirla correttamente, per evitare l’insorgere di problematiche legate a un intervento errato. I piedi infatti sono una parte del corpo molto delicata, che va trattata con cognizione di causa e senza improvvisazioni. Vediamo allora come realizzare una pedicure fai da te in casa perfetta, per ottenere tutti i benefici di questo trattamento.

La preparazione per la pedicure in casa

pedicure occorrente

Articoli di qualità permetteranno una pedicure non solo bella, ma anche sana

Prima di iniziare l’intervento di pedicure casalinga, è necessario reperire tutto il materiale e i prodotti indispensabili per un intervento completo. Non basta avere con sé qualche strumento, ma bisogna procurarsi tutti i prodotti idonei e specifici per questo trattamento. È consigliabile acquistare articoli di alta qualità, per non rovinare la pelle dei piedi e prevenire infiammazioni e arrossamenti.

Nel kit per una pedicure perfetta non dovrebbero mai mancare i seguenti prodotti:

  • bacinella d’acqua
  • pietra pomice abrasiva
  • set di attrezzi per le unghie
  • materiale levigante
  • sali da sciogliere in acqua
  • sapone neutro
  • sapone esfoliante
  • solvente per lo smalto
  • ovatta
  • smalto per le unghie
  • scrub per i piedi

Una volta in possesso di un kit completo per la pedicure fai da te, è necessario procurarsi del tempo tutto per sé. La cura dei piedi è un trattamento che ha bisogno di almeno 30-40 minuti, ma soprattutto necessita di pazienza. È impensabile eseguire una pedicure scrupolosa con l’occhio all’orologio, perciò assicuratevi di potervi ritagliare del tempo in cui nessuno vi disturberà. Fatto ciò possiamo anche iniziare.

La prima fase della pedicure: il pediluvio

pedicure

L’acqua del pediluvio deve essere tiepida

Qualsiasi pedicure che si rispetti ha inizio con un bel pediluvio, un lavaggio dei piedi completo da realizzare in acqua tiepida. Prendete una bacinella, che deve essere abbastanza profonda per immergere completamente tutto il piede, e versate al suo interno dell’acqua né troppo fredda né troppo calda. Poi aggiungete un cucchiaino di sale e uno di bicarbonato di sodio.

Eventualmente potete mischiare nell’acqua anche alcune gocce di oli essenziali o di sali da bagno profumati, tra cui sono ottimi l’estratto di lavanda e quello di pino silvestre, ma sono un plus totalmente a vostra discrezione quindi potete anche farne a meno. Dopodiché bisogna mischiare il tutto per bene, infine immergere entrambi i piedi nell’acqua, lasciandoli in ammollo per almeno 10-15 minuti.

Questo primo procedimento è rivolto al benessere generale dei piedi. In particolare il pediluvio ammorbidisce le parti più dure dei piedi, prepara le unghie alla limatura e dona una splendida sensazione di sollievo, che rilassa e diminuisce lo stress psicofisico generale. Il pediluvio può essere effettuato anche da solo, come trattamento rilassante e depurativo, specialmente in caso di:

  • piedi gonfi
  • dolori articolari ai piedi
  • pelle rovinata e screpolata
  • arrossamenti
  • stanchezza

Il secondo step: la pulizia della pelle

pedicure

La pulizia del piede deve prevedere varie fasi: detersione, fase emolliente, fase esfoliante, scrub e massaggio

Una volta terminato il pediluvio è necessario asciugare delicatamente i piedi, per passare così alla seconda fase della nostra pedicure fai da te, ovvero la pulizia dei piedi. Questo è un procedimento abbastanza complesso, che deve eseguito con calma e precisione, evitando di andare troppo in profondità per non rischiare di ottenere l’effetto contrario a quello sperato.

Infatti le cuticole non sono una parte completamente inutile, ma si tratta di un sottile strato di pelle secca che si forma intorno alle unghie, con il solo scopo di proteggerle dai batteri e dalle infezioni. Spesso se non limate aumentano il loro spessore, diventando fastidiose ed esteticamente piuttosto brutte da vedere. Per questo motivo è meglio tenerle sotto controllo, ma senza arrivare alla pelle viva.

Per limare la pelle secca bisogna utilizzare un prodotto emolliente, insieme a una pietra pomice che aiuta a sfregare le zone più ruvide come i talloni e la pelle intorno all’alluce. Nei pressi dell’unghia bisogna fare particolare attenzione, lasciando possibilmente un piccolo pezzettino di pelle da ripiegare su se stessa, ma senza limarla del tutto. Questo piccolo trucco da estetista evita l’insorgenza di infezioni e arrossamenti.

Una volta terminata la pulizia del piede dalla pelle secca e indurita, bisogna passare a un trattamento esfoliante. Per farlo basta usare un classico scrub per i piedi. In farmacia o nei negozi di articoli di bellezza potete trovare prodotti di altissima qualità, specialmente quelli completamente naturali realizzati con sostanze di origine vegetale.

In alternativa è possibile creare in casa una semplice crema scrub fai da te. Potete preparare uno scrub fatto in casa utilizzando dell’olio d’oliva, del sale marino, del limone e del miele. Oltre a funzionare come esfoliante, questa crema rilascia un piacevole profumo e agisce come nutriente per la pelle dei piedi, idratando a fondo tutto il piede e donandogli luce e morbidezza.

Lo scrub va passato con delicatezza, massaggiando a fondo il piede soprattutto nelle zone più rovinate e secche. È consigliabile effettuare dei movimenti circolari e lenti. Una volta stesa tutta la crema è importante aspettare almeno 10-12 minuti, per far lavorare l’impasto e farlo filtrare in profondità. Passato il tempo necessario potete risciacquare in acqua tiepida e passare alla fase successiva.

La terza fase della pedicure fai da te: la limatura delle unghie

pedicure

Limare correttamente le unghie può prevenire il fastidio dell’unghia incarnita

Dopo il pediluvio e lo scrub bisogna passare alla limatura delle unghie. Come le fasi precedenti, anche limare le unghie dei piedi è un procedimento delicato, che va eseguito senza fretta e con estrema attenzione per non fare dei danni. Nonostante sembrino molto resistenti le unghie sono invece molto delicate, specialmente dopo il lavaggio e l’ammollo che le hanno rese morbide e flessibili.

Per effettuare una corretta limatura delle unghie bisogna utilizzare una lima specifica, possibilmente di tipo professionale. Nei negozi potete scegliere quella che fa al caso vostro in base al grado di abrasività, ovvero alla grandezza dei granelli presenti sulla superficie. Solitamente si inizia con una lima a grana grossa, molto abrasiva, per poi levigare con una lima media e terminare il lavoro con una a grana superfina.

Per eseguire una pedicure perfetta la limatura deve essere altrettanto buona, infatti da questo passaggio dipende gran parte della riuscita estetica del trattamento. La tecnica corretta prevede un intervento in più fasi, secondo questo schema:

  • limatura dei bordi dell’unghia
  • passaggio alla parte laterale con movimenti paralleli
  • limatura della superficie dell’unghia
  • pareggio della lunghezza di tutte le unghie
  • lucidatura finale con lima a grana superfina

Quando si limano le unghie dei piedi bisogna fare attenzione soprattutto alla parte laterale, dove non va mai inclinata la lima che deve invece rimanere sempre parallela allo spessore dell’unghia. Inoltre la lunghezza deve essere ben bilanciata, ma deve rimanerne qualche millimetro per evitare problemi di infezioni e unghie incarnite.

Ultima fase della pedicure fai da te: idratazione e smalto

 

pedicure

Mai dimenticare che anche il piede richiede idratazione

Una volta arrivati fin qua si è quasi alla fine della pedicure fai da te, quindi si può dire di aver passato tutte le fasi più difficili e delicate. Terminata la limatura delle unghie si tratta di eseguire i passaggi finali, che prevedono l’idratazione della pelle dei piedi e la stesura dello smalto. Ovviamente qualora vogliate lasciare le unghie respirare potete passare lo smalto in un secondo momento.

Prima di tutto bisogna prendere una crema idratante di alta qualità e passarla sui piedi, massaggiando a fondo la parte insistendo sempre con dei movimenti circolari, soprattutto sulle zone più rovinate. Fatto ciò si può iniziare ad applicare lo smalto. Un consiglio è quello di usare sempre una base prima del colore, per proteggere l’unghia e assicurare una stesura del colore perfetta e completamente omogenea.

Per aiutarsi è possibile usare dei separatori per le dita, o in alternativa della semplice ovatta, molto utili per evitare sbavature e rilassare i piedi durante questo procedimento. Inoltre è necessario partire sempre dal dito inverso rispetto a quello della mano. Quindi se siete destrorse applicate lo smalto iniziando dal mignolo del piede sinistro.

Infine, per garantire uno strato omogeneo senza sbavature va imbevuto il pennello nel colore completamente, ma senza esagerare. Bisogna prendere quanto liquido basta per poter realizzare almeno due passate, cominciando sempre dall’estremità vicino la pelle per terminare sul bordo dell’unghia. Al termine basta lasciare asciugare per alcuni minuti, evitando di toccare lo smalto e non indossando subito delle scarpe chiuse.

Consigli finali per una pedicure fai da te perfetta

Per una pedicure casalinga perfetta esistono alcuni trucchi che è possibile seguire, delle semplici indicazioni che possono migliorare di molto la qualità del vostro trattamento domestico ai piedi. Si tratta sia di consigli pratici che di sane abitudini con le quali si possono ottenere ottimi risultati. Per esempio è importante:

  • utilizzare prodotti naturali
  • massaggiare i piedi con dell’olio d’oliva
  • curare la propria alimentazione
  • non trascurare le unghie incarnite
  • passare la crema solare anche sui piedi
  • usare le solette se necessario
  • non indossare troppo spesso scarpe chiuse ma alternarle
  • eseguire almeno una volta la settimana un pediluvio
pedicure

Una pedicure completa dovrebbe essere eseguita almeno una volta al mese

I benefici e i vantaggi della pedicure

Prendersi cura dei propri piedi è fondamentale, perché dal loro benessere dipendeno la postura e l’equilibrio psicofisico. I piedi non vanno mai trascurati, quindi è indispensabile effettuare una pedicure completa almeno una volta al mese, sia rivolgendosi presso un estetista che eseguendo il trattamento in casa con il sistema del fai da te.

Una pedicure regolare assicura una pelle dei piedi sempre morbida e idratata, la prevenzione dalle micosi e dalle microinfezioni e il contrasto dell’insorgenza di fenomeni come quello dell’unghia incarnita. Inoltre la pedicure garantisce il mantenimento di un ottimo aspetto del piede, una delle parti del corpo più importanti e in grado di valorizzare il corpo di una donna come poche altre.

Share.

About Author

Leave A Reply