I novizi che non comprendono le caratteristiche di una strategia SEM (Search Engine Marketing) possono restare confusi dalla terminologia: SEO e PPC. (Più avanti vi spiegherò la differenza).

Sì, perché c’è una grande differenza ma soprattutto una sola strategia non è meglio dell’altra. SEO e PPC sono tattiche indipendenti che servono a scopi diversi, ma l’una non esclude l’altra. In realtà, queste distinzioni non dovrebbero esistere. La strategia migliore è quella di implementare una campagna di search engine marketing nella vostra strategia SEM.

Il PPC (Pay Per Click): Benefici e rischi del mestiere

Il PPC è anche conosciuto come ricerca a pagamento. Gli annunci vengono visualizzati nella sezione sponsorizzata di un risultato di ricerca. I siti che appaiono in questa sezione perché l’inserzionista è il miglior offerente per una parola (o frase) chiave. E’ anche vero che il punteggio di qualità permette agli inserzionisti di posizionarsi meglio e spendere meno della concorrenza.

Ogni volta che viene cliccato l’annuncio, l’inserzionista paga il corrispettivo valore al motore di ricerca. Da qui l’etichetta di pay per click. Il segreto per una campagna di successo è scovare le parole chiave giuste, ottenere traffico e – chiaramente – ottenere anche il maggior tasso di conversioni.

I costi associati al PPC possono essere estremamente alti, soprattutto in un settore competitivo.

SEO (Ottimizzazione sui motori di ricerca)

La SEO, è la pratica di apportare modifiche al sito, blog e altri contenuti in modo da attrarre lo spider dei motori di ricerca e migliorare in maniera naturale il posizionamento delle pagine web.

Il SEO apparentemente non presenta costi tra il proprietario del sito web e il motore di ricerca, ma ci sono certamente spese associate all’attività. Il SEO è un processo lungo che non si esaurisce mai. Si inizia con la concorrenza e la ricerca delle parole chiave. Successivamente si avvia una strategia di link building che richiede tempo e risorse per creare contenuti di qualità e condividerli sul web su base regolare.

Molti proprietari di siti web (ad esempio le aziende) semplicemente non hanno il tempo o le risorse. Di conseguenza, necessitano di assumere un consulente interno o esternalizzare il lavoro affidandolo a una agenzia.

La SEO richiede molto tempo per posizionare una pagina per una certa parole chiave. In questo caso è doveroso ricorre al PPC soprattutto per i termini di ricerca troppo competitivi e i siti nati di recente.

Col passare del tempo e una migliore presenza naturale è possibile ridimensionare la campagna di PPC e focalizzarci su altre parole chiave non ancora ottimizzate attraverso la SEO.

Share.

About Author

Leave A Reply