Il trading online è in continua crescita. E di pari passo cresce la domanda di formazione legata alle dinamiche del trading online. Inoltre, negli ultimi anni sono nati diversi strumenti finanziari derivati che hanno facilitato la diffusione del trading al grande pubblico.

In particolare, gli strumenti più famosi e di cui si sente sempre parlare sono i CFD e le opzioni binarie. Le opzioni binarie in particolare stanno avendo molto successo negli ultimi tempi, anche perché permettono uno stile di trading incentrato sul breve e brevissimo periodo. Con tutti i vantaggi ed i rischi che ciò comporta.

Ma scegliere il miglior broker opzioni binarie non è sufficiente per avere successo nel mondo del trading online. Bisogna studiare, esercitarsi ed accumulare esperienza. E bisogna essere ben formati sui vari argomenti del trading online.

Uno dei macro-importanti da conoscere per fare trading riguarda senza subbio le medie mobili. In questo articolo andiamo a conoscerle meglio. Iniziamo.

Cosa sono le medie mobili

Le medie mobili sono delle serie di dati storici relativi ai prezzi di un asset finanziario. Il loro scopo è quello di indicare la tendenza attuale di un asset, evitando di farsi influenzare da distorsioni di breve termine.

Questa è la spiegazione tecnica di una media mobile. Molto più importante è però il significato grafico di una media mobile. Infatti, graficamente una media mobile è semplicemente una linea che segue i prezzi dell’asset analizzato.

Questa linea però è molto diversa a seconda del periodo scelto.

Cos’è il periodo di una media mobile?


Per tracciare qualsiasi media mobile bisogna scegliere un certo periodo. Questo dato è appunto il periodo a cui la media farà riferimento. Per esempio, se si crea una media mobile con periodo 18, essa sarà costruita tenendo in considerazioni gli ultimi 18 prezzi di chiusura degli ultimi 18 periodi.

Più il periodo di una media mobile è breve, più essa è veloce e quindi tempestiva a seguire i prezzi. Però è anche più inaffidabile nel creare segnali operativi. Mentre più la media ha un periodo lungo, più essa è lenta e quindi poco tempestiva nel seguire i prezzi. Però è anche più affidabile nel creare segnali operativi.

Ma come si disegna una media mobile?

Questa volta la risposta è semplice e immediata: le medie mobili vengono calcolate dalla tua piattaforma di trading. Ormai infatti qualsiasi piattaforma di analisi grafica permette in pochi click di creare una qualsiasi media mobile a seconda delle proprie preferenze. Basta selezionare il periodo desiderato.

Segnali operativi con una sola media mobile

Passiamo ora all’utilità pratica delle medie mobili per fare trading. Innanzitutto, c’è da dire che le medie mobile sono usate o da sole o in coppia. Partiamo con l’uso di una singola media mobile.

Semplicemente, una media mobile usata da sola rappresenta un sopporto o una resistenza mobile. Ovvero, rappresenta un livello tecnico nei pressi del quale l’asset potrebbe rimbalzare.

Se per esempio la media mobile si trova sopra i prezzi attuali dell’asset, essa può essere vista come una resistenza mobile e continua. Se i prezzi toccano tale media, è possibile che rimbalzino verso il basso con forza.

Attenzione però: la media mobile così usata segnala anche la fine possibile del trend in atto, nel casso essa venga bucata. Tornando all’esempio di prima, se i prezzi rompono al rialzo la media mobile/resistenza, allora ciò può significare che il trend ribassista in atto sta per terminare.

Segnali operativi con 2 medie mobili

Sono moltissimi i trader che utilizzano 2 medie mobili nelle loro strategie di trading. Infatti l’utilizzo di 2 medie permette di far apparire nel grafico del trader dei chiari segnali operativi long oppure short. Ma andiamo con ordine.

Le 2 medie selezionate devono, innanzitutto, avere periodi diversi. Una media deve essere “veloce”, ovvero avere un periodo basso. L’altra deve essere “lenta”, ovvero avere un periodo superiore alla prima media veloce.

Per esempio, una classica coppia di medie è quella con periodi 5 e 15. In questo caso, la media veloce avrà periodo 5. Mentre la media lenta avrà periodo 15.

I segnali operativi nascono dall’incrocio delle 2 medie. In particolare, quando la media veloce attraversa la media lenta dall’alto verso il basso, si crea un segnale short. Al contrario, quando la media veloce attraversa la media lenta dal basso verso l’alto, si crea un segnale long.

Conclusione: sperimenta per cercare le medie mobile che si adattano di più al tuo stile di trading

In conclusione, vale la pena ricordare che non esistono dei periodi di medie mobili che sono adatti a tutti i trader. Ogni singolo operatore dovrebbe sperimentare medie mobili su diversi periodi, per poi trovare quali sono le medie mobili che sono più adatti al proprio unico stile di trading.

Share.

About Author

Leave A Reply