Google è una società che si occupa di tecnologia e la maggior parte dei suoi prodotti sono gratuiti. Alcuni sono così sorprendenti e utili da non avere rivali sul mercato. In questo post voglio evidenziare tutti i prodotti di Google progettati specificamente per i webmaster, imprenditori online e chiaramente per i blogger.

1. Ad Planner

Ad Planner consente di creare e analizzare delle strategie online. Ma aspettate c’è molto di più. Vi mostrerà tutti i tipi di dati di qualsiasi sito web presente su Internet. Dati quali:

  • statistiche sul traffico;
  • dati demografici (età, sesso, istruzione, reddito, etnia, interessi);
  • altri siti web visitati dal pubblico;
  • tutti i posizionamenti degli annunci (formati di annunci, tipo di annuncio, immagini, video, testo, ecc.)

Questo è un ottimo modo per i blogger e imprenditori online di analizzare i propri concorrenti e raccogliere dati sul mercato gratuitamente. Non è incredibile?

E’ anche possibile utilizzare questo strumento per pianificare le vostre campagne pubblicitarie.

2. Analisi dati In-Page

Il comportamento degli utenti sul vostro sito/blog è uno dei parametri chiave per tenere traccia degli elementi più efficaci ma anche delle modifiche da apportare. Molti servizi con cui analizzare il comportamento degli utenti sono a pagamento. Fortunatamente per noi Google offre il monitoraggio di base degli utenti attraverso Google Analytics. La funzione in questione si chiama Analisi dati In-Page.

Lo strumento mostra visivamente:

  • dove i visitatori si muovono sul sito;
  • quanti clic vengono realizzati su un link;
  • cosa accade durante lo scorrimento della pagina.

Quello che mi piace di Analisi dati In-Page è che i dati sono di facile lettura permettendoci di progettare strategicamente i contenuti del nostro blog.

3. Google Centro Webmaster

Google Centro Webmaster mostra i seguenti dati prelevati dal sito/blog:

  • back-link;
  • pagine indicizzate;
  • errori HTML;
  • misura il tempo di caricamento di una pagina web dal browser (load-time);
  • contenuti duplicati (testo, titolo e tag);
  • errori sulla sitemap;
  • query usate dall’utente per trovare il vostro blog;
  • malware qualora venisse rilevato.

4. La ricerca con Google per scegliere le query

Si possono trovare molte informazioni utili su qualsiasi sito web semplicemente utilizzando il motore di ricerca di Google. Certo, Google Centro Webmaster vi fornisce informazioni dettagliate del vostro blog, ma per quanto riguarda la concorrenza? Una semplice ma avanzata ricerca su Google può mostrarvi preziose informazioni sui vostri competitors. Provate in questo modo:

Trovare il numero di pagine indicizzate su Google per un sito web

  • Eseguite una qualsiasi ricerca per sito: www.nome.it (.com, .net, .org; ecc.);
  • Appena sotto la casella di ricerca, vedrete il numero di risultati. Quel numero rappresenta le pagine indicizzate su Google.
Trovare una determinata parola chiave su un sito web specifico
  • Cercate un termine di vostro interesse in questo modo: “parola da ricercare” site:www.sito.com;
  • Analizzate i contenuti del sito dove è riportato il termine da voi inserito sul sito di vostro interesse .

Trovare back-link su qualsiasi sito web

  • Ricercate “link: www.nomesito.com

5. Google per le parole chiave

Lo strumento per le parole chiave di Google è il miglior software di ricerca dei termini. Dal momento che il 60% di tutte le ricerche online vengono effettuate utilizzando il suo motore, Google sulle parole chiave ne sa veramente molto. Basta digitare una parola nello strumento per visualizzare i termini di ricerca più popolari che gli utenti usano su base mensile. Inoltre offre:

  • concorrenza su una determinata parola chiave;
  • ricerca globale mensile;
  • ricerca locale mensile (selezionate la località per trovare il volume di ricerca).

6. Google Analytics

Poco fa abbiamo accennato a una funzione di Google Analytics. L’intero software permette di tracciare:

  • visite totali;
  • visitatori per pagine;
  • tempo medio sul sito;
  • visitatori totali;
  • visitatori unici;
  • sorgenti di traffico (ricerca, referral, dirette);
  • origine del traffico (Paese);
  • query di ricerca;
  • frequenza di rimbalzo (gli utenti che giungono sul vostro blog e che escono dopo pochi secondi);
  • impostazione degli obiettivi;
  • monitoraggio e-commerce;
  • monitoraggio della versione mobile;
  • generare report personalizzati.

7. Strumento per ottimizzare le conversioni

Lo strumento di Google per ottimizzare le conversioni permette di realizzare dei test. Se avete una pagina di vendita o qualsiasi tipo di destinazione con un obiettivo specifico che desiderate ottimizzare, necessitate di questo strumento. È possibile ottimizzare le conversioni testando un o più elementi della pagina web.

Aspetta! Ma perché Google regala tutti questi strumenti?

Google non è una organizzazione non-profit. E allora perché offre gratuitamente questi software di valore? La risposta è sintetizzabile in due parti:

  1. Google non solo ci aiuta, ma raccoglie e utilizza enormi quantità di dati provenienti da milioni di siti web che volontariamente usano i suoi servizi. In questo modo studia il comportamento degli utenti su diverse tipologie di siti e blog e in diversi settori industriali.
  2. Google vuole garantire all’utente la migliore esperienza online. Che si tratti di una ricerca naturale o di un’inserzione pay-per-click, Google offre ai suoi utenti dati utilizzabili, in modo che possano rendere il Web un posto più competitivo e organizzato. Inoltre vuole offrire sempre più valore, così che gli utenti si sentano autorizzati a prendere decisioni più istruite e usufruire dei servizi a pagamento
Share.

About Author

Leave A Reply