Le opzioni sono strumenti particolari che consentono di avere grandi performance assolute impiegando capitali relativamente ridotti.

Per operare con le opzioni occorre una conoscenza approfondita di questo strumento e una corretta interpretazione degli elementi che influenzano l’opzione stessa e l’andamento del mercato di riferimento.

E’ importante effettuare con cura l’analisi dei seguenti elementi:

  • Mercato di riferimento delle opzioni
  • Volatilità implicita e volatilità attesa
  • Il tempo

Oltre a questo è opportuno considerare anche altre voci che non mancano mai ovvero:

  • I costi derivanti dalla commissione di negoziazione
  • Il capital gain

Per ogni situazione di mercato esiste una strategia ben precisa da adottare.
In base alla strategia scelta si può guadagnare quando il mercato sale, rimane fermo e/o scende.
Alcune strategie in casi particolari possono generare profitto indifferentemente dal movimento del mercato e come risultato si avrà che se il mercato sale, scende (con un certo criterio) o rimane fermo si guadagnerà.

Le strategie sulle opzioni sono molte e qui sono riassunte le principali e le più semplici.

Avere chiaro un obiettivo della volatilità, dell’andamento che il mercato di riferimento farà e quanto tempo ci impiegherà a fare questo movimento consentirà di impostare una strategia operativa in opzioni altamente profittevole.

E’ naturale che non si riesce sempre a comprendere l’andamento futuro del mercato, tuttavia se si riesce a capire se il mercato si muoverà tendenzialmente al rialzo o al ribasso o se rimarrà fermo è molto importate anche se non sempre essenziale. Diciamo che individuare il corretto andamento del mercato semplifica molto il lavoro e i guadagni saranno ancora più semplici da ottenere.

Un po’ più facile può essere quello di comprendere la volatilità implicita del mercato e formulare ipotesi future sull’andamento della volatilità.

Comprendere l’andamento della volatilità è assai importante per comprare, vendere e impostare strategie con le opzioni in quanto la volatilità ha un forte impatto sulla quotazione dell’opzione.

L’aumento della volatilità infatti fa aumentare il prezzo dell’opzione mentre una bassa volatilità fa diminuire il prezzo dell’opzione.

Tenendo in considerazione l’andamento del mercato sottostante l’ideale a complemento dell’operatività sulle opzioni sarebbe quello di riuscire a comprare opzioni (nel verso giusto) quando la volatilità è sui minimi e sta per salire (o meglio ancora sta per esplodere!) e vendere le opzioni quando la volatilità ha raggiunto i massimi e sta per scendere.

Il terzo elemento importante è il fattore tempo, ovvero il cosiddetto time decay.

Le opzioni sono direttamente influenzate dal passare del tempo, alcune opzioni risentono maggiormente del tempo che passa, altre un po’ meno, alcune opzioni possono essere pressoché indifferenti al passare del tempo (ad esempio opzioni molto in the money e relativamente vicine alla scadenza).

Il tempo è un fattore molto importante e incide in maniera particolarmente alta nei giorni vicini alla scadenza delle opzioni at the money e generalmente nelle basi vicine in the money e out of the money. Di solito nell’ultima settimana e anche in quella precedente il tempo spesso si “fa sentire” e può influire notevolmente sulla quotazione dell’opzione.

Opzioni con una scadenza lunga di solito risentono di meno del tempo che passa rispetto ad un’opzione che sta per scadere per esempio at the money.
Di solito in ordine di importanza si possono i seguenti fattori incidono sul valore dell’opzione:

  1. Andamento del mercato
  2. Volatilità
  3. Tempo

Tuttavia non si può creare un’importanza assoluta: l’importanza di questi tre fattori – complementari fra di essi – può variare. Ad esempio a ridosso della scadenza delle opzioni può essere molto importante il fattore tempo e l’andamento del mercato (o viceversa) e avere minore impatto il fattore volatilità.

La vita dell’opzione viene pertanto spesso continuamente influenzata dalla tipologia e dall’evolversi del mercato di riferimento.

Comprendere l’evoluzione del mercato di riferimento e la volatilità del medesimo è una fase particolarmente importante per operare correttamente con le opzioni.

 

Share.

About Author

Leave A Reply